Blocco di covata estivo: un nuovo studio europeo

Blocco di covata estivo: un nuovo studio europeo

370 colonie di Apis mellifera e 10 paesi europei hanno partecipato tra il 2016 ed il 2018 ad uno studio intitolato “Blocco di covata estivo come tecnica di gestione integrata per un controllo efficace della Varroa in Europa” e pubblicato su una rivista scientifica autorevole come il Journal of Apicultural Research. L’articolo è riportato interamente sulla rivista L’apicoltore Italiano n. 9 di Dicembre 2020.

 

Lo studio ha valutato gli effetti (in termini di efficacia, impatto sulle colonie e tempo di lavoro necessario per applicarli) di differenti metodi di interruzione della covata in combinazione o meno con trattamenti acaricidi a base di acido ossalico.

Sono emersi questi punti:

  1. Il blocco artificiale della deposizione associato all’uso di formulazioni a base di acido ossalico (metodo nato e sviluppato in Italia) finalmente si sta diffondendo anche in Europa. La ricerca e la tecnica apistica Italiana ancora una volta fanno scuola!
  2. È stato ulteriormente dimostrato che l’efficacia acaricida di una soluzione a base di acido ossalico dipende dalla sua concentrazione. Soluzioni al 4,2% di acido ossalico (Api-Bioxal) nello studio sono risultate notevolmente più efficaci di formulazioni contenenti il 2,5% di acido ossalico (Oxuvar). La concentrazione del 4,2% è quella che gli apicoltori Italiani usano da sempre.
  3. Api-Bioxal, associato al blocco di covata, ha dimostrato un’efficacia maggiore del 92% nella maggior parte dei paesi, dimostrando di essere un metodo affidabile, senza effetti negativi a lungo termine sulla colonia.

 

Leggi lo studio in inglese